Menu

Cofanetto Regalo e Logo Associazione Mundimago Scritta Color Arcobaleno

MUNDIMAGO
Organizzazione di persone che desiderano crearsi un lavoro in base alle proprie capacita' polifunzionali.
DESIDERIAMO SVILUPPARE L'IMMAGINAZIONE CREATIVA
ASSOCIAZIONE E STATUTO

STATUTO
Lo statuto associativo

Promuovere creatività, ingegno e fantasia.
Conoscere le novità creative.
Attivare nuovi rapporti e conoscenze.
Confrontarsi con le diverse esperienze creative per una crescita reciproca.
Comunicare il fascino dell'arte manuale al grande pubblico.
Il contenitore della cultura creativa.
'MUNDIMAGO' non è solo esposizione.
È un evento che intende trasmettere Cultura interpretando lo spirito generoso di partecipazione in scambi di conoscenze ed esperienze.
Appuntamenti periodici per l'unione di culture in conoscenze, nuovi incontri e scambi socio-culturali.
Gli eventi offrono occasioni per tenersi informati, conoscere e apprezzare nuove proposte e idee innovative di interventi, curiosità e innovazioni creative.
'MUNDIMAGO' ha lo scopo di favorire la divulgazione delle attività creative musicali, teatrali e di ogni forma di interpretazione creativa, finalizzata alla ricerca ed evoluzione artistica.
Esposizioni, workshop, dimostrazioni, presentazioni, rappresentazioni, interventi e intrattenimenti, all'insegna della creatività democratica e della libera cultura.
STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE MUNDIMAGO
Art. 1.
È costituita l’Associazione MUNDIMAGO, di seguito indicata come “Associazione”, che assumerà anche la sigla “IMAGO” - il cui scopo è di farsi portatrice di Arte e di Cultura a servizio della elevazione morale e culturale degli individui di tutte le razze e nazionalità, ed è aperta a tutte quelle persone che si esprimono nel campo dell'arte; potranno aderire Associazioni. Culturali, Gruppi, Comitati e quant'altre organizzazioni che perseguono finalità similari e comunque compatibili con il presente statuto e che non perseguono fini di lucro.
Art. 2.
l’Associazione MUNDIMAGO è apartitica, apolitica, ed è fondata su principi di libertà, democrazia, uguaglianza e solidarietà. Essa si prefigge lo scopo di promuovere la cultura, l’arte, i beni culturali e qualt'altro rientri nel campo della creatività, in un contesto rappresentativo capace di imprimere un indirizzo unitario e coerente in tutti i settori, tra i quali: le Arti Circensi, Arti culinarie, Arti linguistiche-dialettali e cultura popolare, Arti sportive, Arti di strada, Arti visive, Audiovisivi, Canto, Cinema, Critica d’Arte, Danza in tutte le sue più diverse espressioni, Editoria, Letteratura, Moda, Musica, Poesia, Pittura, Opera Lirica, Scultura, Teatro, TV, Web e WebArt, ecc.; di valorizzare le realtà artistiche presenti sul territorio italiano e comunitario cui opera, ai sensi delle disposizioni stabiliti dal Trattato istitutivo della Comunità Economica Europea e successive modifiche, e vuole inoltre offrirsi come mezzo di interscambio artistico e culturale in Italia e all'estero, e di svolgere anche attività nei settori del tempo libero, turismo, ambiente e formazione con particolare attenzione alla promozione della cultura umanistica. attraverso i mezzi di comunicazione, compresa la rete telematica.
L’Associazione si propone:
- di valorizzare la creatività come elemento quotidiano nella vita degli individui, parte sostanziale della loro natura, risorsa fondamentale a cui attingere nelle diverse occasioni della vita e del lavoro. La creatività dunque per esprimere un valore positivo che si esplica nei diversi ambiti attraverso la ricerca di un miglioramento che passa, dallo sviluppo delle capacità creative, e i cui scopi possono essere i più disparati come migliorare la qualità della vita, le capacità professionali, lo studio, le capacità ideative; soprattutto di valorizzare e dare spazio agli artisti in genere e in particolar modo ai giovani che desiderano accostarsi all’arte in tutte le forme in cui essa si palesa.
– di valorizzare e promuovere l’operato di Artisti e Creatori d’Arte e Cultura (autori di arti visive, cantautori, cineasti, compositori, coreografi, decoratori, drammaturghi, poeti, scrittori, stilisti, webmaster, web-designer, ecc.) di Artisti Interpreti ed Esecutori (attori, cantanti, musicisti, danzatori, ecc.) ossia di tutti coloro che sono impegnati nei lavori intellettuali, degli autori di opere dell’ingegno, degli artisti interpreti ed esecutori, e di tutti coloro che, ai diversi livelli del sistema dell’arte, mass-mediale e scientifico, operano nel campo della conoscenza e della produzione creativa, ivi compresi i giornalisti e i critici d’arte;
– di valorizzare e promuovere il libero pensiero, l’espressione creativa e la produzione di cultura quali fondamentali strumenti di emancipazione dell’uomo e del suo lavoro, promuovendo il dialogo fra le culture, nella prospettiva internazionale, in particolare dell’Europa unita, nel rispetto, nella tutela e nel confronto delle singole identità culturali;
– di valorizzare e promuovere l’importanza dei creatori della cultura per il processo di integrazione europea;
- di valorizzare e sostenere le tradizioni e i dialetti delle varie regioni d’Italia, lo studio delle culture locali sollecitandone lo studio delle tradizioni popolari;
– sviluppare e promuovere la solidarietà e la cooperazione con le organizzazioni artistico-culturali e di educazione all’arte sia europee che appartenenti ad altre aree del mondo;
– di valorizzare e promuovere il patrimonio italiano artistico e letterario all’estero, nel quadro di una reciprocità internazionale delle culture;
– di valorizzare e promuovere la difesa dell’ambiente diffondendo una cultura ecologica fondata sul principio dello sviluppo sostenibile e sulla consapevolezza dello stretto rapporto fra ambiente, territorio e cultura;
– di favorire il confronto creativo intergenerazionale e l’affermarsi di nuovi talenti;
– di favorire il coordinamento e la collaborazione fra autori ed operatori appartenenti a campi creativi diversi, anche in vista della sempre più ampia diffusione dei linguaggi multimediali e del loro apporto alla produzione ed alla fruizione integrata di tutte le arti;
– di promuovere la creatività nel tempo libero come espressione della qualità della vita ed educare alle arti sia nell’aspetto della fruizione sia della produzione, anche con strumenti di benessere individuale e collettivo come l’arte terapia;– di promuovere studi e ricerche sulla creatività, in riferimento alle più recenti acquisizioni delle neuroscienze e delle scienze psicologiche;
– di facilitare lo scambio di attività artistiche tra i gruppi associati;– di organizzare rassegne e concorsi, partecipare ad iniziative promosse da altre organizzazioni, enti ed istituti;
– di fornire la migliore assistenza alle iniziative destinate alla valorizzazione dell’arte;
– di intraprendere attività editoriali per divulgare opere lettererarie, cataloghi, e quant'altro utile, sia su stampa, sia su supporto audiovisivo, internet e su qualsiasi altro mezzo;
– di istituire sedi locali (zonali, comunali, provinciali e regionali), direttamente promossi e ad essa affiliati, l’ambito geografico che fa capo ad ogni sede può non coincidere con le divisioni istituzionali del territorio;
– designare e nominare propri rappresentanti in attività, enti e commissioni artistiche e culturali, sia pubbliche sia private, nonché in tutte le sedi dove la cultura si manifesta;
– stipulare accordi e convenzioni con pubbliche amministrazioni, enti locali, pubblici e privati ed organizzazioni imprenditoriali.
– attuare rapporti di collaborazione con le associazioni di volontariato sociale e civile per attività no-profit;
– realizzare attività ed iniziative finalizzate alla promozione della cultura: corsi e stages, corsi di didattica delle arti e dell’educazione artistica; corsi di arti-terapie; premi; concorsi; borse di studio; conferenze; convegni; esposizioni; seminari; manifestazioni musicali; audiovisive e teatrali; viaggi; gemellaggi; e interscambi con l’estero; studi e iniziative per la valorizzazione e la tutela dei beni artistici e storici;
– istituire collaborazioni nell’ambito della didattica, sotto forma di convenzioni, con Enti scientifici pubblici e privati, per la preparazione e l’aggiornamento nell’ambito delle discipline artistiche, oltre che sotto forma di consulenza nello stesso ambito;
– sensibilizzare l’opinione pubblica in favore dei problemi della cultura, dell'arte e dell'ambiente attraverso le proprie stampe, riviste, bollettini, newsletter, periodici ed altro mezzo idoneo di propaganda;
– svolgere ogni altra attività direttamente o indirettamente utile al conseguimento degli scopi istituzionali;
– Svolgere attività di sensibilizzazione ed informazione del pubblico e collaborazione con gli organi istituzionali ed altri enti inerenti i propri scopi sociali.
Art. 3
- SCOPI
L’Associazione IMAGO vuole anzitutto essere un mezzo d‘incontro, di scambio artistico-culturale e di sostegno per gli artisti in genere e in particolare per i giovani che si avviano nei vari campi della scrittura, grafica, musica, canto, poesia, pittura, fotografia, cinema, teatro, Discipline artistiche nello sport, ecc.
A tali fini l'associazione intende promuovere:
- Scambi artistici e culturali tra le realtà presenti nella Comunità Economica Europea e successive modifiche e nei paesi extra-comunitari con lo scopo di favorire il processo di crescita sociale e artistica degli associati. Inoltre si propone di mantenere un contatto diretto con il mondo della cultura anche attraverso l’utilizzo della rete telematica.
- Organizzare intrattenimenti, spettacoli, mostre, rassegne cinematografiche, teatrali iniziative e servizi di attività turistico-ricreative;
- trasmissioni ed intrattenimenti radiofonici e televisive con programmi ed iniziative legate alla sfera dell’arte; - organizzare tavole rotonde, convegni, seminari, conferenze, congressi, giornate di studio, mostre, che coinvolgano i giovani, in collaborazione con altre associazioni che si prefiggono le stesse finalità. A questo scopo saranno organizzati gruppi di lavoro, laboratori di ricerca di studio, giornate a tema, e convegni per favorire il confronto, lo scambio e la valorizzazione dei giovani talenti;
- produrre e proiettare film e documentari artistico-culturali.
- Pubblicazione di riviste, bollettini; pubblicazione di atti di convegni, studi e ricerche, cataloghi d'arte e testi di poesia, narrativa e saggistica.
- Favorire ogni forma di scambio socio-culturale attraverso viaggi, soggiorni ed iniziative di turismo legate alla sfera artistica.
- Istituire laboratori di avviamento, perfezionamento, seminari e aggiornamento nei campi della scrittura creativa, arti circensi, arti visive, letteratura, animazione, musica, recitazione, moda, cinema, radio, televisione, pittura, tecniche grafiche, animazione e quant'altro possa anche valorizzare la conoscenza artistica e la creatività.
- Per la realizzazione delle proprie attività l'Associazione si pone come spazio di incontro libero ed aperto alle diverse aree culturali, pronta quindi a raccogliere tutte le svariate forme di espressione artistica, da quelle tradizionali a quelle contemporanee, dalla scrittura al teatro, dalla cinema alla fotografia, pittura, scultura, grafica, musica.
- Organizzare e gestire - anche con strutture permanenti - tutte quelle attività, anche economiche, utili per il raggiungimento dei propri fini sociali. L'Associazione, inoltre, si propone come struttura di servizio per Centri e/o Circoli che perseguono finalità che coincidono anche parzialmente con i propri scopi sociali.
- L'Associazione IMAGO potrà altresì svolgere tutte le attività connesse al proprio scopo istituzionale, nonché tutte le attività accessorie, in quanto ad esso integrative, anche se svolte in assenza delle condizioni previste in questo articolo, purché nei limiti consentiti dalla legge.
Art. 4
– SEDE
L’Associazione ha sede momentaneamente in MILANO e potrà istituire - al fine di meglio raggiungere gli scopi sociali - Sedi di rappresentanza sia in Italia che all’Estero.
Art. 5
- I SOCI
Il numero dei soci è illimitato, i Soci possono essere: Fondatori. Onorari. Sostenitori. Benemeriti. Effettivi. Frequentatori. Affiliati. Sono Soci Fondatori coloro che hanno sottoscritto l'atto costitutivo. Sono Soci Onorari o Benemeriti coloro che vengono designati dal C.D. per il loro prestigio sociale e le loro benemerenze di carattere culturale e/o finanziario verso l'Associazione, I soci onorari o benemeriti sono esentati dal versamento delle quote sociali. Sono Soci Sostenitori coloro che concorrono finanziariamente al sostentamento della vita dell’Associazione. Sono Soci Effettivi tutte le persone che versano le quote sociali. Sono Soci Frequentatori coloro che non rientrano nelle categorie di artisti o creativi e che comunque seguono e sostengono le attività associative.
Sono Affiliati i soci che appartengono alle Associazioni che fanno parte di MUNDIMAGO.
La loro iscrizione sarà richiesta dalla presidenza al momento della presentazione della domanda di ammissione).
I soci affiliati non hanno diritto di voto. Sono comunque soci dell'Associazione tutte le persone o gli enti la cui domanda di ammissione, indirizzata al presidente, correlata dei dati personali del richiedente, verrà accettata dal Consiglio Direttivo e che abbiano effettuato il versamento della quota sociale all'atto della iscrizione. Qualora la domanda non sarà accettata la quota versata sarà interamente restituita. La quota associativa verrà annualmente stabilita dal Consiglio Direttivo. I soci che non avranno presentato per iscritto le loro dimissioni entro il 30 settembre di ogni anno saranno considerati soci anche per l'anno successivo e sono obbligati al versamento della quota associativa. Per essere ammessi alla vita associativa è necessario presentare la domanda di ammissione indirizzata al Presidente, indicando le generalità, professione, residenza, dichiarando di attenersi al presente Statuto ed alle deliberazioni degli organi sociali.
- I soci hanno diritto di partecipare a tutte le manifestazioni indette dall'Associazione stessa.
- I soci sono tenuti: al pagamento della quota sociale; alla osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali.
- Le dimissioni da socio vanno presentate per iscritto al Consiglio Direttivo.
- I soci sono espulsi o radiati per i seguenti motivi:
1° quando non ottemperino alle disposizioni del presente Statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali;
2° quando si rendano morosi nel pagamento della tessera e delle quote sociali;
3° quando, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all’Associazione.
Le espulsioni e le radiazioni saranno decise dal Consiglio Direttivo a maggioranza dei suoi membri. I membri radiati per morosità potranno dietro domanda essere riammessi pagando una nuova quota di iscrizione.
Art. 6
- PATRIMONIO SOCIALE
L'associazione vive del proprio lavoro di produzione culturale, singola e comune, di auto tassazioni volontarie e di donazione da parte di privati o enti pubblici. Il patrimonio è costituito da:
- eventuali beni mobili e immobili che diverranno di proprietà dell'Associazione;
- eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio; - eventuali erogazioni, donazioni e lasciti. Le entrate dell'Associazione sono costituite:
- dalle quote associative;
- dal ricavato dall'organizzazione di manifestazioni o partecipazione ad esse;
- da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l'attivo sociale quali ad esempio dai fondi pervenuti a seguito di raccolte pubbliche occasionali anche mediante offerte di beni di modico valore; corrisposti da amministrazioni pubbliche per lo svolgimento di attività contributi aventi finalità sociali.
Art. 7
- BILANCIO
L'anno sociale decorre dal 1° gennaio e si chiude al 31 dicembre di ogni anno. Entro novanta giorni dalla fine di ogni esercizio verrà predisposto dal presidente del C.D. il Bilancio (rendiconto economico finanziario), da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea dei soci.
Art. 8
- ASSEMBLEE
L'assemblea, regolarmente costituita, rappresenta la universalità dei soci e le sue deliberazioni, prese in conformità alla legge ed al presente Statuto, obbligano tutti i soci, ancorché non intervenuti o dissenzienti. I soci sono convocati in assemblea dal Consiglio Direttivo almeno una volta all'anno, mediante a mezzo posta elettronica o telefax, almeno 30 giorni prima della data fissata per l'assemblea stessa, a tutti gli aventi diritto a voto comunicazione scritta diretta a ciascun socio, contenente l'ordine del giorno, almeno quindici giorni prima di quello fissato per l'adunanza. L'assemblea può essere convocata anche su domanda motivata e firmata da almeno un decimo dei soci. L'assemblea può essere convocata anche fuori della sede sociale, purché in Italia. L'assemblea delibera sul bilancio, sugli indirizzi e direttive generali della Associazione, sulla nomina del presidente ed eventuali altri organi dell'associazione, sulle modifiche dell'atto costitutivo e statuto, e su tutto quant'altro ad essa demandato per legge o per statuto. Hanno diritto di intervenire all'assemblea e di votare tutti i soci in regola nel pagamento della quota annuale di associazione. Ogni socio ha diritto ad un voto; i soci maggiori d'età hanno il diritto di voto per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell'associazione. L'assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo, in caso di sua assenza, da un socio nominato dall'assemblea. Il Presidente dell'Assemblea nomina un segretario, e se lo ritiene il caso, due scrutatori. Spetta al presidente dell'Assemblea di constatare la regolarità delle deleghe ed in genere il diritto d'intervento all'assemblea. Delle riunioni di assemblea si redige processo verbale firmato dal presidente e dal segretario ed eventualmente dagli scrutatori. Le assemblee sono validamente costituite e deliberano con maggioranze previste dall'art. 21c.c.
Art. 9
- IL CONSIGLIO DIRETTIVO
E' composto da un minimo di 5 ad un massimo di 9 consiglieri eletti fra i soci e dura in carica tre anni ed è rieleggibile. Il consiglio nomina nel proprio seno un Presidente, un vice Presidente e un Segretario, e fissa le responsabilità agli incarichi degli altri consiglieri in ordine all'attività svolta dall'Associazione per il conseguimento dei propri fini sociali. Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che ne sia fatta richiesta dal almeno due dei suoi membri e comunque almeno una volta all'anno per deliberare in ordine al consuntivo e al preventivo ed all'ammontare della quota sociale. Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del consiglio ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale il voto di chi presiede.
Il Consiglio è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal vice presidente, in assenza di entrambi dal più anziano di età dei presenti. Delle riunioni del Consiglio verrà redatto, su apposito libro, il relativo verbale che sarà sottoscritto dal presidente e dal segretario. Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'associazione, senza limitazioni. Esso procede pure alla compilazione dei bilanci ed alla loro presentazione all'assemblea; compila il regolamento per il funzionamento della Associazione, la cui osservanza è obbligatoria per tutti gli associati. Favorisce la partecipazione dei soci alle attività.
Art. 10
- Il PRESIDENTE
Ha la rappresentanza legale, la firma sociale e la gestione patrimoniale. In caso di assenza od impedimento tutte mansioni spettano al vice presidente. Egli ha il compito di convocare il Consiglio Direttivo e l'Assemblea in conformità delle prescrizioni o quando lo ritenga opportuno, ne dirige le discussioni, fa emettere i mandati di pagamento, vidima i processi verbali del Consiglio e dell'Assemblea, firma tutta la corrispondenza che viene spedita dall'Associazione, sovrintende alla esecuzione di qualsiasi delibera.
Art. 11
- IL SEGRETARIO
Viene eletto nell’ambito del Consiglio Direttivo, svolge la funzione di verbalizzare delle adunanze dell’Assemblea, del Consiglio Direttivo e coadiuva il Presidente e il Consiglio Direttivo nell’esplicazione delle attività esecutive che si rendano necessarie o opportune per il funzionamento dell’Amministrazione dell’Associazione. Il Segretario cura la tenuta del libro verbali delle Assemblee, del Consiglio Direttivo, nonché del libro dei Soci dell’Associazione.
Art. 12
- LO SCIOGLIMENTO
Può essere deliberato soltanto da una sessione straordinaria dell'assemblea generale con la maggioranza di almeno due terzi dei soci votanti. In caso di scioglimento l'assemblea nominerà uno o più liquidatori per provvedere alla liquidazione del patrimonio sociale. Per tutto quanto non contemplato nel presente statuto si fa rinvio a quanto sancito dalle alle norme del C.C.A.

per contatto con il WEB MASTER

Sali col maus e gira

Politica dei COOKIE

contatori

Privacy Policy